lunedì 17 giugno 2013

Le novità di Facebook: gli hashtag

“Ogni giorno più di 4,75 miliardi di contenuti sono condivisi su Facebook: in molti casi queste conversazioni riguardano marchi, prodotti, personaggi pubblici o business locali. Per rendere queste conversazioni più immediate e all'avanguardia abbiamo deciso di inserire una serie di strumenti per far affiorare le discussioni più interessanti che gli utenti hanno a proposito di eventi, persone e argomenti. Come primo passo abbiamo deciso di rendere attivo l’hashtag anche su Facebook".




L’annuncio è arrivato direttamente da Facebook, con un comunicato sul blog ufficiale mercoledì 12 giugno: Facebook ha attivato gli hashtag, per ora sul suo sito inglese  ma presto anche per l’italiano, aggiornando il suo utilizzo. Il social network più diffuso cerca di concentrare la propria attenzione non più solo alle persone ma agli argomenti che queste affrontano. D'ora in poi ogni conversazione o post con hashtag sarà organizzata in feed che raccoglieranno tutto ciò che persone o pagine dicono riguardo a quel determinato argomento, rispettando però le impostazioni sulla privacy di ogni iscritto. Le persone potranno visualizzare discussioni pubbliche relative a prodotti, spettacoli, avvenimenti e ad altri argomenti.
Già usati da altri social network (Twitter, Pinterest, Instragam, Google Plus), gli hashtag sono parole chiave, una sorta di etichette, che ricoprono il ruolo di catalizzatori delle discussioni per agglomerare concetti, partecipazione e persone; trasformano argomenti e frasi in link cliccabili nei post sul tuo diario personale o sulla tua Pagina e aiutano le persone a trovare i post sugli argomenti a cui sono interessate.

Come creare un hashtag:

Per creare un hashtag bisogna scrivere # (il simbolo di cancelletto, hash in inglese) e poi un argomento o una frase scritta come singola parola, quindi aggiungendolo al post, questo diventa un link. Cliccando sopra un hashtag si possono vedere tutte le conversazioni in cui è stato inserito, è una sorta di scorciatoia per filtrare le ricerche e filtrare le discussioni sui social network.
Un hashtag consente di inserire un proprio intervento all'interno di un dibattito collettivo ed al tempo stesso consente di seguire tale dibattito, mettendo pertanto in evidenza chi sta parlando di cosa in un dato momento. Grazie agli hashtag Facebook ha messo a disposizione uno strumento più liquido e di grandi potenzialità.
La visione dei nostri hashtag può essere sia pubblica che privata (amici, gruppi, ..), basta cambiare l’impostazione di condivisione; ciò permette di segmentare il pubblico al quale ci si vuole rivolgere, per far sì che il proprio messaggio sia più diretto e specifico. 

Strumento importante per gli amministratori:

Anche gli amministratori di pagine di brand su Facebook possono integrare gli hashtag nelle loro campagne. Grazie a questi elementi si può rafforzare la propria fama e diventare più celebri nel social network e incrementare la propria campagna pubblicitaria, raccogliendo un numero sempre più ampio di utenti. Confrontandosi con altre campagne si può trovare uno spunto utile per modificare e migliorare la propria comunicazione. Altro aspetto importante è che gli hashtag utilizzati su altre piattaforme collegate alla pagina di Facebook saranno automaticamente cliccabili e ricercabili sul social network, come per le immagini provenienti da Instagram o da Twitter.

Anche su Facebook, come su Twitter, val la pena ricordare una buona regola: non sfruttare gli hashtag relativi ai temi “in voga” a fini puramente commerciali, come già successo in vicende tristemente note (Groupalia e i tweet sul #terremoto).


Nessun commento:

Posta un commento