mercoledì 16 gennaio 2013

FACEBOOK GRAPH SEARCH: la novità per la ricerca su Facebook

Facebook ha presentato ieri la prima vera novità dopo la disastrosa quotazione in borsa della società lo scorso maggio, in una conferenza stampa molto attesa.
Le indiscrezioni parlavano del lancio di un Facebook Phone, invece Facebook ha presentato Graph Search, una nuova modalità di ricerca interna al social network, che punta a fornire agli utenti informazioni che finora è stato difficile trovare e che serviranno a “far sentire il mondo più piccolo”.

Come funzionerà Graph Search

Attraverso il “social graph”, l’algoritmo che tiene traccia delle connessioni tra gli utenti (stiamo parlando di 1000 miliardi di connessioni, su più di 1 miliardo di utenti attivi), potremo sapere non solo quali persone sono amici di X e hanno fatto questa scuola, oppure trovare le foto che gli amici hanno scattato in una certa città, i ristoranti di Londra dove sono stati gli amici, le app che hanno apprezzato… ma avere anche informazioni su altre persone al di fuori della nostra cerchia di contatti: ad esempio,  le persone che in una tale città amano uno sport. Tutte informazioni che adesso è difficile trovare su FB.
Il Graph Search apparirà come una barra di ricerca più grande disponibile nella parte superiore di ogni pagina e comporrà le pagine con i risultati sotto forma di immagini in una pagina dedicata.
I risultati del Graph Search saranno ordinati prima in base alle amicizie più strette, poi in base al numero di Like ottenuti da quel contenuto e in seguito in base al numero di commenti.

La partnership con Bing rimarrà per le ricerche a cui Graph Search non sarà in grado di dare una risposta, fornendo risultati provenienti dalla rete come fa ora.

Esempio di risultati per una ricerca su Facebook Graph Search


Graph Search e la privacy

Zuckerberg ha assicurato che la ricerca funzionerà solo sulle informazioni condivise dagli utenti come “pubbliche”.

Come provare il Facebook Graph Search

Si può vedere un’anteprima del funzionamento della nuova funzionalità di ricerca a questapagina, tuttavia la ricerca tra le connessioni di Facebook è ancora in fase di sviluppo e funziona per gli utenti che usano la piattaforma in inglese. Possiamo comunque metterci in lista d’attesa per testare il nuovo motore e lasciare agli sviluppatori il nostro feedback.



La nuova funzione di ricerca e il social media marketing

“La maggior parte delle persone ora non pensa a Facebook come un posto in cui cercare locali in cui andare a mangiare, o cose da fare, ma con questo prodotto diventerà naturale”.
Questa è la frase chiave che Zuckerberg pronuncia in uno dei video che spiegano come è nato Graph Search. L’obiettivo non è realizzare un motore di ricerca del web alternativo a Google – Facebook non ne avrebbe le risorse - quanto spostare all’interno della rete sociale di ciascuno di noi le ricerche che ci si pongono ogni giorno. Ricalca un po’ la  “search, plus your world” di Google di cui abbiamo già parlato, tra l’altro lanciata giusto un anno fa, anche se Google ha sempre la "marcia in più": integra infatti i risultati sociali a quelli di tutta la rete.
Sicuramente il nuovo motore, se gli utenti lo apprezzeranno (non così gli investitori, al momento il titolo in borsa sta perdendo punti), potrà avere delle implicazioni a livello di web marketing, soprattutto per le attività commerciali locali. Calzante è l’esempio del dentista fatto da uno degli sviluppatori: mi trasferisco in una nuova città, ho bisogno di un dentista, cerco le pagine Facebook dei professionisti che i miei amici hanno apprezzato e troverò facilmente qualcuno di cui fidarmi.
I dentisti sono avvisati!

Nessun commento:

Posta un commento