venerdì 7 dicembre 2012

Mentre noi latitiamo, GooglePlus introduce le communities...

Avrete notato che siamo un po' latitanti in questo periodo... no, non ci siamo impigriti, anzi stiamo lavorando a tanti nuovi progetti.
Oltre a proseguire il corso teorico-pratico sui social network dedicato all'Associazione Artigiani di Bergamo, in queste settimane abbiamo pensato anche alla nostra formazione partecipando al corso SEO Web Marketing Experience di Enrico Madrigrano.
Inoltre molte aziende, nonostante la crisi, stanno decidendo di investire in rinnovamento e tecnologia, affidandoci il restyling e l'ottimizzazione dei loro siti web. Il lavoro di analisi e progettazione è sempre entusiasmante, ma richiede tempo, ricerche e condivisione per cui il blog è stato con dispiacere messo da parte.

Tuttavia non abbiamo perso di vista le novità salienti della settimana sul mondo dei social network e vogliamo condividerle con voi, in ordine di apparizione:

- Secondo alcuni rumors, Facebook avrebbe intenzione di acquistare Whatsapp: dopo l'acquisto di Instagram, un altro ostacolo del social network nel mondo mobile potrebbe esserne fagocitato. Whatsapp è l'applicazione di messaggistica istantanea gratuita che conta ben 100 milioni di utenti attivi al giorno e potrebbe spalancare la porta a Facebook per conquistare una grossa fetta di utenti e di conseguenza di dati, che sono oro per il social che si basa ormai sempre di più sugli investimenti pubblicitari.

- GooglePlus ha raggiunto i 500 milioni di account registrati, di cui 135 milioni sono attivi all'interno della piattaforma social. Numeri di tutto rispetto se considerato che il social di Big G è stato lanciato solo un anno e mezzo fa. Altra grande novità è la creazione delle communities, gruppi di persone che hanno un interesse in comune.  Sono simili ai gruppi di Facebook, nel senso che possono essere ad accesso pubblico o privato, ma hanno alcune funzionalità in più come la creazione di hangout, le categorie di discussione per trovare le conversazioni di interesse e la condivisione immediata di link interessanti con gli altri membri grazie ai pulsanti +1 sui siti web. Nella barra di sinistra della vostra schermata di Google+ è già stato inserito il pulsante verde per l'accesso alle communities, da cui potete anche crearne una, se già non esiste.


Le communities esistenti hanno per ora un tono decisamente "geek": da Star Wars ai video games alla musica classica, gli interessi riflettono la popolazione di riferimento del social.
Ad oggi il primo brand ad aver creato una community è Audi: chissà se questo spazio diventerà per i brand una sorta di "forum ufficiale" o un "doppione" della pagina business.

- Infine, se avete interesse nei social media e volete dei dati aggiornati sugli utenti, la diffusione, il tempo trascorso sui social network, almeno per gli Stati Uniti è stato appena pubblicato il report della società Nielsen che vi consigliamo di scaricare da questo link.
Degno di nota l'aumento dell'85% di accessi dalle app dei social network. E provate a indovinare da quale luogo si connettono più spesso le persone tra i 25 e i 34 anni? :-)

Nessun commento:

Posta un commento