mercoledì 1 febbraio 2012

Come creare una pagina aziendale su Google+ e come collegarla al proprio sito


Pagine su Google+: perché è importante esserci? Non pensiamo che Google+ sia solo “l’ennesimo social network”: la differenza con gli altri è che è realizzato dal primo  motore di ricerca al mondo, e i contenuti pubblicati su Google+ hanno priorità rispetto ad altri nei risultati di Google.

Da qualche mese Google+ ha dato anche alle aziende la possibilità di creare una pagina aziendale.

Vediamo come fare:
  1. Avere un account Google. Se non ne avete già uno, potete crearlo associandolo a un qualsiasi indirizzo e-mail in vostro possesso.
  2. Andare alla pagina dedicata Google+ For Business.  Cliccare sul pulsante “Create yor Google+ Page”, e scegliere la categoria di appartenenza (per ora la procedura è solo in inglese):
  3. In base alla categoria scelta, bisognerà poi inserire alcuni dati (nome, sito web, numero di telefono ecc.)  
    •  Local Business or Place
    • Product or Brand
    • Company, Institution or Organization
    •  Arts, Entertainment or Sports
    •  Other
  4. scegliere chi può accedere al contenuto della pagina (se ci sono limiti di età ad esempio)
  5. leggere i termini del servizio e cliccare “Create
Fatto!

Una volta creata la pagina, è utile fare alcuni interventi di personalizzazione che la renderanno più ricca di informazioni e coerente con la nostra immagine aziendale: prima di tutto caricare l’immagine del profilo, poi, semplicemente cliccando sul tasto “Edit profile” in alto a destra accanto al nome della pagina, inserire un sottotitolo che verrà mostrato come “snippet” nei risultati delle ricerche, una bella introduzione formattata (a differenza di Facebook, Google+ permette di formattare il testo in grassetto o corsivo), dei link raccomandati (sito aziendale, profili su altri social, blog…) e le immagini dello “scrapbook” ovvero le 5 immagini allineate sopra il contenuto della nostra pagina.
Come nei profili Google+, potrete caricare e condividere con le vostre “cerchie” link, foto e video; al momento ci risulta che non siano ancora state rilasciate le API quindi non ci sono degli automatismi per fare in modo che le notizie o i feed rss del vostro sito o blog vengano pubblicate in automatico sulla pagina di G+.
La differenza sostanziale con i profili è che quando si usa G+ come “pagina” non si può aggiungere una persona alle cerchie, ma bisogna attendere che siano gli utenti ad aggiungere la pagina alle loro cerchie per riceverne gli aggiornamenti (un po’ come succede con le pagine aziendali su Facebook).
Un ultimo passo importante che potrete fare direttamente se avete un sito ufficiale (o chiedere al vostro webmaster) è “verificare” la brand page su G+ collegandola al vostro sito. Questo passaggio serve a Google per capire che l’amministratore della pagina G+ è anche l’amministratore del sito ufficiale dell’azienda XYZ, quindi la pagina è attendibile.
I passaggi da seguire sono due:
  1.  Inserire tra i “Recommended links” il collegamento al sito aziendale. Cliccare su “Edit profile” nella pagina G+, quindi cliccare sulla scheda About e di seguito sul quadrato dei link per attivare la modalità di modifica. Inserire il link cliccando “Add custom URL” e associandogli un’etichetta, ovvero la parola visualizzata. 

  2. Andare a questa pagina per inserireil badge di G+ nel proprio sito. Viene richiesto l’ID della pagina G+ (è la sequenza di numeri che compare sulla barra degli URL del proprio browser ad esempio https://plus.google.com/u/0/b/103473659077012761298); si sceglie poi la tipologia di badge – la semplice icona o il badge – e  nel riquadro sottostante troverete il codice da incollare nel vostro sito nella posizione desiderata. La prima parte va nella sezione <head></head> delle pagine html. Un tip interessante: se non volete far comparire il badge sul vostro sito, scegliete l’opzione “No badge” in modo da avere solo il codice di verifica.


Volete verificare che la connessione tra il vostro sito e la pagina Google+ funzioni correttamente? Andate qui http://www.google.com/webmasters/tools/richsnippets e inserite l’indirizzo del vostro sito. Questo è quello che dovreste vedere:


Provate anche a cercare il nome della vostra azienda su Google.com, loggandovi con il vostro account, e vedrete nei risultati personalizzati comparire anche la vostra pagina G+.
Se avete trovato utile questo articolo, aggiungete la pagina di Sostanza alle vostre cerchie!

Update: Grazie all'aggiornatissimo blog di Giorgio Taverniti, abbiamo appena appreso che esiste un tool per ottenere dati statistici sul contenuto della pagina Google+ (o del profilo): si chiama AllmyPlus e fornisce informazioni sui post più popolari, sul proprio pubblico ecc. Non è necessario essere loggati al proprio account Google per accedervi, basta inserire l'ID numerico della propria pagina G+ nel box in alto a sinistra.

Nessun commento:

Posta un commento